helsinki cattedrale

Cosa vedere a Helsinki in poche ore

Helsinki è bella, ma è anche una città di passaggio. Spesso la si visita prima o dopo di un tour in Lapponia, in un giorno partendo da un’altra capitale nordica o, come ho fatto io, durante uno scalo grazie ai voli della compagnia aerea FinnAir. Grazie alla mia esperienze, ho messo su un itinerario adatto per chi ha meno in 24h in città. Ecco cosa vedere a Helsinki in poche ore:

Come vi dicevo nel primo paragrafo, Helsinki è bella. Un po’ sottovalutata, ma pur sempre affascinante e piena di spunti interessanti.

helsinki palazzo presidenziale
Il palazzo presidenziale

Piazza del Mercato

Helsinki, in realtà, ha due mercati: il mercato coperto Kauppahalli e la più celebre piazza del mercato Kauppatori. Entrambi sono due paradisi per chi ama lo street food. Qui si trovano alcuni prodotti tipici come il pescato del giorno, la carne di renna e i frutti di bosco artici. Oltre al cibo, nella piazza del mercato si trovano anche diversi souvenir artigianali in legno, pelli di renna e maglioni di lana soffici e caldi, per affrontare il lungo e freddo inverno. L’omologo coperto, invece, è un vero e proprio prezzo storico. Attivo dal 1889, Kauppahalli offre l’alternativa meno turistica – al chiuso! – al più celebre Kauppatori.

helsinki porto
Il porto di Helsinki visto dal mercato

Parco Esplanadi

Il Parco Esplanadi è uno dei punti verdi della capitale finlandese, Chiamato affettuosamente “Espa”, questo luogo di ritrovo è in realtà compreso tra due grandi viali – Pohjoisesplanadi e Eteläesplanadi – che portano alla piazza del mercato. Espa è molto popolare durante i mesi estivi, grazie ai picnic organizzati dai finlandesi e ai chioschi che vendono gelati.

Fontana Havis Amanda

La piazza del mercato, come abbiamo visto, è il vero fulcro di Helsinki. Proprio accanto alle bancarelle, si trova la fontana Havis Amanda, un simbolo della rinascita della città dopo tanti anni di occupazione. La fontana, realizzata nel 1906 dallo scultore Ville Vallgren, raffigura una ninfa che esce dalla spuma del mare, circondata da creature ittiche e da leoni marini. Oltre a essere uno dei punti più amati della capitale islandese, la fontana Havis Amanda nasconde anche un retroscena piccante: secondo le credenze popolari, se un uomo pronuncia tre volte la parola “amore” guardando la ninfa, la sua virilità aumenterà vertiginosamente.

helsinki fontana havis amanta
La fontana

Cattedrale di Helsinki

La cattedrale di Helsinki è un po’ il simbolo non ufficiale di Helsinki. Imponente e troneggiante, l’enorme edificio religioso bianco svetta in cima a una scalinata, come se volesse quasi raggiungere il cielo. La cattedrale luterana fu costruita nella prima metà del 1800 prendendo ispirazione dal Pantheon di Parigi. Gli interni sono semplici e quasi austeri, come vuole la tradizione protestante. Il bianco predominante e il silenzio che vige intimoriscono un po’, si ha quasi la sensazione di poter entrare solo in punta di piedi.

helsinki cattedrale
La Cattedrale di Helsinki

Se invece preferite l’architettura ortodossa, non lontano dal centro si trova la cattedrale Uspenski. Come la sua omologa luterana è enorme e imponente, predominata da una solo sfumatura cromatica: il rosso. Purtroppo non sono riuscita a visitare i suoi interni per mancanza di tempo, ma anche da fuori la sua maestosità si nota eccome.

Suomenlinna

L’isola di Suomenlinna, secondo me, vale l’intero viaggio. Questa fortezza-isola si trova nel bel mezzo del Golfo di Finlandia, circondata dal freddo mar Baltico. La storia dell’isolotto è travagliata e contesa come quella del suo paese. Inizialmente, infatti, apparteneva al Regno di Svezia. Le loro mire espansionistiche, però, andarono a infastidere l’altro grande colosso geograficamente vicino ai confini naturali: la Russia. Per difendersi dalle navi zariste, la corona svedese decise di costruire una grande fortificazione in mezzo al mare, a pochi km dalla costa. Purtroppo, però, gli enormi bastioni non servirono allo scopo iniziale: nel 1808, infatti, la flotta dello zar occupò Helsinki e le sue isole, assediando Suomenlinna e i 7000 soldati svedesi si arresero stremati.

helsinki suomenlinna
Parte dei resti della fortezza

I secoli successivi non furono certo meno dolorosi: l’isola-fortezza venne occupata, adibita a campo di prigionia, bombardata e quasi completamente distrutta. Nel 1973, finalmente, Suomenlinna passò sotto la giurisdizione civile e con il passare degli anni divenne uno dei punti preferiti dei finlandesi e dei visitatori. Al suo interno, oltre alle rovine della fortezza, si trovano musei, chiese, uffici, ristoranti, caffè, un ostello e tanti laboratori che ospitano attività culturali e artigianali.

In realtà, varrebbe la pena spendere più di una manciata di ore sull’isola. Suomenlinna è talmente bella e magica che merita sicuramente una visita approfondita e in tutta tranquillità.

helsinki suomenlinna
Una delle entrate dell’isola

Come arrivare a Suomenlinna

Arrivare a Suomenlinna è piuttosto semplice e veloce: dalla piazza del mercato partono i traghetti per l’isola patrimonio UNESCO. I collegamenti sono frequenti – circa ogni 40 minuti – e impiegano circa 15-20 minuti, facendo uno splendido viaggio panoramico nel golfo di Helsinki. Il biglietto singolo costa 2,90€ mentre il biglietto da 12h (utilizzabile per andata e ritorno) viene 5€.

helsinki suomenlinna
Uno scorcio sull’isola di Suomenlinna

Come arrivare a Helsinki dall’aeroporto

L’aeroporto di Helsinki si trova a circa 20km dalla città. Il centro si può raggiungere con i mezzi pubblici in due modi:

  • Autobus FinnAir: la famosa compagnia aerea finlandese offre un collegamento rapido con la stazione ferroviaria della capitale. Il biglietto costa 6,20€, parte ogni 20 minuti e ne impiega circa 25. Io ho scelto quest’opzione per ottimizzare i tempi.
  • Dall’aeroporto partono anche tre linee di autobus locali:
    415, 451 e 615. Il costo di una corsa è di 3,40€ ma impiegano di più a raggiungere la stazione poiché fanno più fermate.

Siete mai stati a Helsinki? Raccontatemi nei commenti le vostre impressioni!

22 pensieri su “Cosa vedere a Helsinki in poche ore

  1. Lucy the Wombat ha detto:

    Ci sono stata d’estate e d’inverno, ma alcuni dei posti che hai descritto non ricordo proprio di averli visti 😱
    Comunque mi è piaciuta tanto, sarà che avevo vent’anni ed era uno dei miei primi viaggi da adulta, ricordo soprattutto l’assenza di persone per le strade in inverno, le tracce di cultura slava, le ragazze biondissime e bellissime e i ragazzi che invece si giravano a guardare noi brune. Momenti 😂

    Piace a 1 persona

  2. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Ci sono stata lo scorso maggio, durante il weekend più caldo dell’anno – mi sembra ottimo per me che amo il freddo e speravo di trovare un po’ di fresco 😉 Comunque è una città che mi è piaciuta tantissimo, e come dici tu secondo me è sottovalutata. Forse perché si tende a preferire la vicina Tallinn, che però mi ha colpita molto di meno.
    Mi piacerebbe vederla con la neve: ho visto delle foto in questi giorni, da favola!

    Piace a 1 persona

  3. Valentina ha detto:

    Non sono mai stata nei paesi scandinavi e spero di vistarli presto perché sia la Norvegia che la Svezia e la Finlandia mi ispirano molto! Mi hanno detto che le tre capitali sono molto belle 🙂 dalle tue foto Helsinki sembra un gioiellino 🙂

    Piace a 1 persona

  4. VagabondaInside ha detto:

    Una delle tante città nordiche che vorrei visitare, ma spesso e volentieri mi frenano i loro costi. I pernottamenti rispetto ad altre città son davvero alti, per quanto riguarda il mercato invece cosa mi dici? I prezzi son modici o han prezzi più elevati a quelli dell’Italia?

    Non sapevo dell’isola di Suomenlinna, sicuramente una tappa da non saltare. Ma temo che conoscendomi mi servirà più di qualche ora 😦 E ritorniamo al problema del pernottamento..

    Piace a 1 persona

  5. Sara Chandana ha detto:

    Credo che, se andassi a Helsinki, se fosse possibile inizierei direttamente dalla piazza del mercato! Quando viaggio amo tuffarmi nelle atmosfere vivaci dei mercati, fare la spesa come la gente del posto e scoprire i prodotti tipici. 🙂

    Piace a 1 persona

  6. Pietrolley ha detto:

    Non ci sono mai stato, ma ci sono andato vicino. Ovvero quando ho visitato Tallinn, poco distante in traghetto da lì.
    Da fuori sembra molto carina la Cattedrale, peccato tu non sia riuscita a vederla dentro!
    Ho letto pareri super positivi riguardo lo street food!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.