etyek-colline-buda

Cosa vedere a Etyek, il vigneto di Budapest

A prima vista, Etyek sembra un sonnacchioso paesino di poche migliaia di anime non lontano da Budapest. In realtà, invece, Etyek ha diverse attrattive da offrire, sia per le famiglie e sia per viaggiatori singoli o in coppia.

Gli ungheresi, con un mix di orgoglio e ironia, amano paragonare Etyek alla California, una sorta di mix tra Napa Valley e Hollywood per due motivi: è una regione vinicola e ospita degli importanti studi cinematografici.

La regione vinicola di Etyek

Etyek è una delle 22 regioni vinicole dell’Ungheria, con ben 5632 ettari dedicati alla viticoltura divisi tra circa 120 cantine. Il terreno di questa area è molto fertile, dovuto a delle colline basaltiche e a un clima soleggiato ma sempre sferzato dal vento. Grazie alla sua vicinanza con la capitale, circa 30km, viene definito il vigneto di Budapest.

Sebbene abbandonato per molti anni, sembra che in realtà le uve prosperassero in questa zona sin dal tempo dei Romani. Inoltre, ci sono delle testimonianze scritte di una coltivazione tra le colline di Buda nel XIII secolo. Secondo il documento, redatto dallo scribacchino del re Ladislao IV, Margherita di Francia arrivò a Buda nel 1186 per sposare il re Béla III. Come consuetudine all’epoca, venne accompagnata per motivi di sicurezza da un nobile cavaliere di nome Aynard. Una volta giunti sani e salvi alla corte magiara, il cavaliere e la sua famiglia ricevettero in regalo delle terre coltivabili, tra l’attuale Etyek e la cittadina di Zsámbék. Il caso volle che Aynard venisse proprio da Champagne. Una volta stabilitosi sulle colline, si rese conto di quanto il clima tra le due regioni fossero simili e quanto potenziale la sua nuova dimora offrisse.

etyek-porta

Dei vitigni dell’epoca, però, a Etyek non è rimasto quasi nulla. Oggi la maggior parte delle varietà coltivate è originaria del XVIII secolo. Dopo la sconfitta dell’Impero Ottomano e la conseguente ritirata, furono i tedeschi a riprendere in mano la coltivazione della vite in tutte le regioni vinicole del nord-ovest del paese.

Tornando al paragone Etyek-Champagne, per quanto possa sembrare esagerato è meno azzardato di quanto sembri. Le due zone vinicole hanno molti punti in comune. Lo sapeva bene József Törley, che non lontano da Etyek, sulle colline di Budafok, fondò l’azienda omonima, oggi uno dei più grandi produttori di spumante dell’Europa Centrale.

Una delle attività principali da fare a Etyek è passeggiare tra le cantine, entrare in una di esse e provare tutti i vini che vuoi. Normalmente, in Ungheria si paga o un prezzo fisso per un numero di bicchieri (a scelta o a discrezione di chi ti serve), oppure direttamente per bicchiere.

A livello di cantine, ti consiglio le seguenti:

  • Etyeki Kúria: l’azienda più grande e celebre della regione e la prima anche a piantare delle viti di Pinot Noir, un’uva rossa in una zona prevalentemente dedita al vino bianco.
  • Haraszthy: chiamata così in memoria di Agoston Haraszthy, un esploratore ungherese che si dice abbia introdotto diverse varietà di uve europee in California e Wisconsin.
  • Rókusfalvy: una cantina gestita dalla famiglia omonima, che produce ottimi Pinot Noir e Sauvignon Blanc.
  • Hernyák: cantina biologica impegnata nell’agricoltura e viticoltura sostenibile. Da provare il loro Altberg, un blend tra Chardonnay e Sauvignon Blanc.
etyek-cantine

In alcuni periodi dell’anno, solitamente in primavera e in autunno, il paesino di Etyek organizza un festival enogastronomico all’aperto chiamato Etyeki Piknik, dove si possono assaggiare prodotti tipici ungheresi e provare i vini di alcune delle cantine della zona. Le date variano di anno in anno, ti consiglio di tenere d’occhio il sito dell’evento.


Korda Studios

Oltre al vino, come accennato sopra, Etyek è famosa per la sua produzione cinematografica. Negli ultimi anni, grazie a una serie di fattori come l’aspetto poliedrico della capitale ungherese che si adatta facilmente a molte altre città e i costi ridotti, la sua fama è aumentata sempre di più, ospitando sia produzione hollywoodiane come Blade Runner 2049 o The Martian sia famose serie tv come The Last Kingdom.

Sebbene gli Studios rimangano solo per i professionisti del settore, gli appassionati di cinema possono visitare il Korda Filmpark, con le sue mostre interattive e i suoi tour guidati. Si possono così scoprire alcuni retroscena delle pellicole più celebri, capire come funziona un green screen per gli effetti speciali e conoscere la storia di Alexander Korda, un regista e produttore ungherese che ha lavorato per tutta la vita nel Regno Unito.

Se vuoi fare un giro nel Korda Filmpark, ti consiglio di prenotare la tua visita in anticipo sul sito del parco.

Se vuoi approfondire, ti consiglio di dare un’occhiata al mio post sui 10 film girati a Budapest.

etyek-tramonto

Come arrivare a Etyek

Etyek si raggiunge facilmente, per questo è una perfetta gita di un giorno partendo da Budapest.  Dalla stazione Kelenföld, una delle fermate della linea 4 della metropolitana, si può prendere il comodo autobus 760.

Se invece preferisci recarti a Etyek con un tour privato compreso di trasporto e pranzo o cena, ti consiglio di dare un’occhiata a questo tour di Etyek su GetYourGuide.

Un pensiero su “Cosa vedere a Etyek, il vigneto di Budapest

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.