visitare giant's causeway irlanda del nord

Visitare la Giant’s Causeway in Irlanda del Nord

L’Irlanda del Nord è piena di bellezze naturali mozzafiato. Ma ce n’è una, su tutte, che lascia letteralmente senza parole: Giant’s Causeway, conosciuta in italiano come Il Selciato del Gigante. Questo nome poetico e anche un po’ mitico le calza a pennello, visitare la Giant’s Causeway riesce a teletrasportarvi in un batter d’occhio in un racconto della mitologia irlandese.

La Giant’s Causeway non è altro che un affioramento roccioso di origine vulcanica composto da circa 40mila colonne basaltiche. Grazie alla sua forma particolare alla posizione, affacciato sulla costa nord dell’isola, il Selciato del Gigante è una vera e propria attrazione da non perdere in Irlanda del Nord.

visitare giant's causeway irlanda del nord

L’incredibile paesaggio

Ecco qualche informazione su come visitare la Giant’s Causeway:

Giant’s Causeway: la leggenda

Le leggende, in realtà. Ci sono due miti principali su come queste colonne basaltiche si siano formate. Involvono entrambe una figura della mitologia irlandese, il gigante-guerriero Finn McCool.

Sembra che Finn avesse un feroce rivale, il gigante scozzese Angus. Per questo, decise di costruire un sentiero tra l’Irlanda e la Scozia. Prima di recarsi in terra nemica però, il guerriero irlandese cadde in un sonno profondo. La moglie di Finn, Oonagh, coprì il marito con un mantello per proteggerlo. Quando Angus arrivò pronto a duellare, la donna gli fece credere che il consorte ronfante fosse il loro figlioletto. Il gigante scozzese, in tutta risposta, se la diede a gambe spaventato dall’enorme stazza del bambino. Se quello è solo un pupo, quanto grande potrà essere il padre?

Un’altra leggenda, invece, vede l’amore protagonista. Il selciato fu costruito da un gigante irlandese innamorato per raggiungere la sua amata “gigantessa” in Scozia. Non a caso, anche sull’Isola di Staffa ci sono delle simili formazioni basaltiche.

Giant’s Causeway: la realtà

La realtà, fortunatamente, non è meno poetica e spettacolare. Queste formazioni rocciose basaltiche si sono formate circa 60 milioni di anni fa, a seguito di una violenta eruzione vulcanica. La lava entrò in contatto con la gelida acqua dell’oceano e con l’atmosfera e si solidificò, creando queste rocce dalla forma inconfondibile. La maggior parte delle colonne sono esagonali e hanno la forma di un prisma, sebbene ce ne siano alcune con otto e persino dodici lati. Le rocce sono diverse dimensioni e altezza, alcune raggiungono persino i 12 metri. Ovviamente, quelle che si vedono a occhio nudo sono solo una parte del Selciato, il resto è sommerso dall’acqua.

visitare giant's causeway irlanda del nord

Ingresso e visita

L’ingresso alla Giant’s Causeway è un argomento un po’ discusso. Teoricamente, si paga un biglietto di 11,50£ per accedere alle formazioni rocciose, per ricevere l’audioguida con le spiegazioni (italiano incluso) e per accedere al Visitor Centre, un piccolo museo interattivo sulla storia della scoperta del Selciato con qualche nozione di geologia. In pratica, invece, si può entrare al complesso naturale senza pagare, ovviamente senza audioguida e senza avere accesso al museo.

Una volta superato il Visitor Centre, bisogna camminare per circa un paio di chilometri. Il sentiero non è particolarmente impegnativo, ma se preferite riposarvi potete prendere la navetta a pagamento – 1£ a tratta – che fa la spola tra le formazioni rocciose e l’ingresso.

visitare giant's causeway irlanda del nord

A me la passeggiata sulla costa è piaciuta tantissimo, nonostante il vento irrequieto e pungente. Il rumore delle onde dell’oceano che si infrange sulla costa frastragliata è un toccasana per mente e cuore. Questo non è certamente un posto dove si arriva, si scatta una foto e in dieci minuti si torna indietro. Prendetevi tempo per esplorare questa zona, per immergervi nella flora selvaggia e per rimanere a bocca aperta davanti a ciò che la natura può creare.

L’unica nota negativa – se così la possiamo definire – di questo splendido posto è la moltitudine di turisti. Sono letteralmente ovunque, sarà davvero difficile scattare una foto senza persone spuntare dagli angoli. Per avere una foto da soli dovrete probabilmente aspettare un po’, ma davanti a un luogo di una bellezza strepitosa come la Giant’s Causeway è meglio prendersela con comodo in ogni caso.

Come arrivare alla Giant’s Causeway

La Giant’s Causeway è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Da Belfast, si può prendere il bus numero 221. Altrimenti, sempre della capitale partono tantissimi tour di gruppo con bus privato, di solito il prezzo si aggira intorno ai 25-30£ e include l’entrata al complesso e qualche altra fermata intermedia.

visitare giant's causeway irlanda del nord

La magia della Giant’s Causeway

Qualche consiglio

  • Evitate di correre, arrampicarvi sulle formazioni rocciose e cercare di appollaiarvi su spazi minuscoli per una foto. Le rocce possono essere scivolose e a volte persino traballanti. Fortunatamente c’è sempre lo staff presente con un kit di primo soccorso, però meglio evitare un bel livido o una ferita.
  • Non sporcate. Questo mi sembra il minimo, però è sempre meglio ricordarlo.
  • Vestitevi a cipolla. Il tempo in questa parte di mondo cambia letteralmente ogni 10 minuti. Io non facevo altro che togliere e rimettere il giacchetto. Il vento soffia fortissimo, quindi se soffrite di sinusite cronica come la sottoscritta o mal di testa frequenti portatevi una sciarpa o un cappello – al massimo lo togliete per le foto di rito!
visitare giant's causeway irlanda del nord

Io e gli immancabili turisti

Siete mai rimasti a bocca aperta davanti a una meraviglia naturale? Se sì, quale?

 

 

 

24 pensieri su “Visitare la Giant’s Causeway in Irlanda del Nord

  1. Silvia ha detto:

    Mi affascinano molto le meraviglie che la natura riesce a creare. Grazie per l’articolo molto bello e dettagliato, mi piacerebbe visitare l’ Irlanda del Nord un giorno e sicuramente non tralascerò le Giant’s Causeway

    Mi piace

  2. Hartine Benussi ha detto:

    Che interessante … amo tanto la natura e nonostante La Giants Causeway sia un luogo controllato e curato dalla mano dell’uomo si nota il travolgente intenso contatto con la natura

    Mi piace

  3. Anna DI ha detto:

    Avevo sentito parlare di questo posto , la Giants Causeway, quando ero stata in Irlanda per lavoro, ma non sono riuscita ad andarci. Grazie, me lo hai ricordato e soprattutto leggendoti è stato un po’ come stare li con te. Io adoro gli spettacoli della natura e ogni volta rimango senza parole, come il Gran Canyon in Arizona o The Windows in Kalbarri in Australia! ma la lista sarebbe troppo lunga

    Mi piace

  4. TeqAili ha detto:

    Nell’isola di Jeju in Corea del Sud esiste una formazione identica, il luogo si chiama scogliera di Jusangjeolli. Quando ci sono stata ho pensato proprio alla somiglianza con la Giant’s Causeway…a livello d’estensione è più piccola e purtroppo si può ammirare solo dall’alto o via mare, però è comunque uno spettacolo della natura mozzafiato!

    Mi piace

  5. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    A me è andata bene perché anni fa avevo avuto l’idea (un po’ scriteriata) di fare un viaggio on the road in Irlanda del Nord a dicembre. Un freddo che non ti dico e buio dalle tre del pomeriggio, ma il grossissimo vantaggio è che oltre a noi non c’era nessuno in giro. Anche a vedere la Gian’s Causeway non c’era proprio nessuno, quindi è stata ancora più spettacolare 😍

    Mi piace

  6. Dani ha detto:

    Queste spiagge e queste scogliere sono fantastiche, meritano davvero una visita, circondati da questa natura incontaminata. Che bello, mi sembra di sentire il rumore del mare!

    Mi piace

  7. infoviaggiarezainoinspallacom ha detto:

    Ho sentito parlare tantissimo di questo sito e della sua affascinante leggenda. Sono stata in Irlanda tante volte ma mai nel nord, sicuramente prima o poi ci andrò. Adoro le leggende e i luoghi naturali così ricchi di mistero 😍

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.