cosa fare saranda inverno pulebharda beach

Cosa fare a Saranda d’inverno

La seconda tappa del nostro viaggio in Albania è stata Saranda. In realtà, questa città è stata più che altro la base per diverse escursioni e per respirare un po’ di sana aria di mare. 

Saranda è la tipica meta estiva per eccellenza. Noi, però, ci siamo andati in inverno, tanto per andare controcorrente. Mi aspettavo qualcosa di estremamente desolante, ma per fortuna non è stato così, siamo riusciti a trovare qualcosa da fare totalmente fuori stagione.

Ecco cosa fare a Saranda d’inverno:

Visitare la città

Saranda sicuramente non è la città più bella dell’Albania, questo bisogna ammetterlo. Del resto, è una cittadina che si basa quasi interamente sul turismo, facendo da punto d’appoggio per le vacanze estive di migliaia di visitatori. Nonostante ciò, ci sono alcuni luoghi interessanti degni di nota, da visitare con l’estrema calma dell’inverno. In primis, sicuramente le rovine della Sinagoga del V secolo d.C. – una delle più antiche di tutti i Balcani – e il monastero dei Quaranta Santi.
Saranda, inoltre, ha un bel lungomare da visitare, con una sorta di boulevard a pochissimi metri dalla spiaggia. Non so come sia d’estate, ma d’inverno l’atmosfera è calma e rilassata: si beve il caffè guardando il mare e si ascolta il timido rumore delle onde.

cosa fare saranda inverno

Tramonto sul lungomare

Syri i Kaltër, ovvero il mitico Blue Eye

Uno dei luoghi più belli di questo viaggio, a neanche un’ora da Saranda. Sicuramente avrete visto qualche foto sulla mia pagina Facebook o su Instagram, ho pubblicato il mitico Blue Eye praticamente ovunque! Syri i Kaltër è una sorgente carsica, circondata dalla natura selvaggia e incastonata tra le montagne del sud dell’Albania. L’acqua è di una limpidezza impressionante, si riesce a vedere qualsiasi dettaglio del fondale. Il vero punto mozzafiato, però, è il famoso “occhio blu”, una sorta di cavità subacquea profondissima, gli studiosi sono riusciti a scendere fino a 50 metri, ma sembra che il fondo sia in realtà molto più in basso.

cosa fare saranda syri i kalter blue eye

Il mitico Blue Eye

Inoltre, qui si crea una sorta di fenomeno naturale (guardate il video qua sotto), sembra quasi un piccolo geyser. Peccato che l’acqua non sia proprio di una temperatura rassicurante: la media costante è di 12 gradi!
Ingresso: 200 lek, circa 1,50€.

L'incredibile fenomeno naturale del Syri i Kaltër, l'occhio blu albanese. Sembra quasi un piccolo geyser a vedersi, peccato che l'acqua sia gelata, la temperatura costante media è di 12 gradi 😀😀 però rimane sempre uno spettacolo, lo guarderei per ore. The incredible natural phenomenon of Syri i Kaltër, the Albanian Blue Eye. I could watch this for hours, so relaxing 😍😍 – – #syriikalter #blueeye #occhioblu #sorgente #waterspring #albania #shqiperia #igersalbania #ig_albania #visitalbania #ilovealbania #loves_united_albania #explorealbania #balkan #natgeobalkan #balkans #balcani #loves_united_nature #loves_united_landscape #ig_nature #igersnature #albaniannature #shqiperiaime #viaggiarecongliocchiali #syriikaltër #naturelover #nature_shooters #nature_captures

A post shared by Giulia (@viaggiarecongliocchiali) on

Mangiare più pesce possibile

Questa è per gli amanti del pesce come me! Qui ho fatto la scorta, ci mancava solo lo mangiassi a colazion! I prezzi sono piuttosto abbordabili e il pesce è fresco e di qualità. Noi non avevamo la cucina nel nostro albergo, ma volendo si può andare al porto, comprare il pescato del giorno e poi prepararselo da soli. Il piatto di pesce più buono mangiato a Saranda? Un ottimo polpo grigliato, davvero da 10 e lode!

Ammirare la vista dal castello Lëkurësi

Appena fuori città, questo castello è situato in un punto veramente strategico, una sorta di torre di vedetta tra l’Adriatico e le montagne albanesi. Il castello fu costruito dal sultano Solimano il Magnifico nel 1537, proprio per controllare il porto di Saranda e la via verso l’importante città di Butrinto. Inizialmente, il castello era un vero e proprio villaggio, arroccato sulla montagna e protetto dalle possenti mura. Oggi, di questa magnifica fortezza restano solo dei ruderi. L’interno, invece, è stato trasformato in un ristorante abbastanza lussuoso. Peccato!
 

cosa fare saranda lekuresi castello

La vista dal castello


 

Fare un giro nelle spiagge di Ksamil

Sì, lo so, è inverno e non si può fare il bagno. E se invece vi dicessi che noi (leggi: il mio compagno) l’abbiamo fatto? Siamo stati fortunati con il tempo, a Saranda durante il giorno c’erano più di 20 gradi. Un vero paradiso, per gli amanti del caldo come me. Ne abbiamo approfittato per visitare una delle spiagge più belle di Ksamil, un piccolo centro a circa 10 minuti in macchina da Saranda. Beh, il risultato è stato più che soddisfacente: abbiamo passato qua mezza giornata.
Questo posto paradisiaco si chiama Pulëbardha Beach.

cosa fare saranda inverno pulebharda beach

Un vero paradiso

Attenzione, a Ksamil d’inverno è letteralmente tutto chiuso, per mangiare siamo sempre rimasti a Saranda.

Andare a Corfù

Questa purtroppo ci manca! Non siamo riusciti ad andare a Corfù per un semplice motivo: non ci siamo organizzati per tempo. D’estate ci sono più traghetti al giorno, mentre d’inverno ce n’è solo uno, avremmo dovuto soggiornare per forza nell’isola greca, perdendo così la prenotazione del nostro albergo a Saranda. Abbiamo declinato l’offerta, anche se a malincuore.
Corfù e Saranda distano circa un’ora di navigazione, decisamente fattibile per una gita fuori porta.

cosa fare saranda corfù

Corfù vista dal castello di Lekuresi

Curiosità: ufficialmente, in italiano la città si chiama Santi Quaranta (non scherzo!).

Vi piace visitare i posti fuori stagione? A me decisamente sì!

4 pensieri su “Cosa fare a Saranda d’inverno

  1. L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:

    Assolutamente si che mi piace viaggiare fuori stagione…vuoi mettere i costi più bassi e l’assenza diGGente molesta? 😛 Hai fatto bene a stalkerare tutti con quella pozza blu, è meravigliosa! Mi affascinano tantissimo gli abissi e sarei curiosa di saperne di più sulla storia o sulle leggende che sicuramente sprofondano in quella sorta di laghetto montano *_*
    Mammamia praticamente avevate Corfù a portata di braccia! 😉

    Mi piace

  2. Alessia ha detto:

    Sì, tanto, soprattutto le località di mare. Saranda mi dà l’idea di un posto affollatissimo d’estate…probabilmente l’hai vista nella sua versione migliore 😉 Inquietantissimo e bellissimo insieme il blue hole…brr….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...