curiosità santiago cile

Curiosità su Santiago del Cile

Santiago del Cile è una città che non lascia zone grigie, o la si ama o la si odia. Si può odiarla facilmente, soprattutto per il traffico, l’inquinamento e il caos. Ma si può anche amarla con la stessa semplicità, godendosi i suoi parchi, alzando gli occhi per seguire con lo sguardo gli infiniti grattacieli e perdersi tra le casette colorate di alcuni quartieri. Insomma, è una città piena di contrasti che difficilmente lascia indifferenti, sia in positivo sia in negativo.

A questo punto la domanda è una sola: mi è piaciuta la capitale cilena? La risposta è sì, Santiago mi è piaciuta molto. Ci tornerei volentieri, ma non credo riuscirei a viverci per diversi motivi. Oggi, però, vorrei raccontarvi qualche curiosità su Santiago del Cile, sperando di incuriosirvi verso questa città spesso sottovalutata e ignorata.

Popolazione

Santiago del Cile è davvero enorme. A guardarla da Google Maps sembrava grande, ma non così mastodontica. Ogni volta mi sembrava di camminare per ore e ore e coprire solo metà della distanza sperata. Nella capitale cilena vivono ben 6 milioni di persone, mentre il Cile in sé ha 17 milioni di abitanti. Praticamente, quasi metà della popolazione si trova a Santiago del Cile. Per questo la città è piena di grattacieli, palazzoni e casermoni pieni di appartamenti a volte molto piccoli ma sempre funzionali. Vedendo Santiago del Cile dall’alto, poi, ho potuto constatare la differenza tra alcuni quartieri, spesso meno abbienti, con case piccole e colorate in netto contrasto con gli enormi mostri di cemento a pochi metri di distanza.

curiosità santiago cile

La vedete anche voi la differenza?

Inquinamento

Chi decide di visitare la capitale cilena, deve mettere in conto questo particolare: Santiago del Cile è inquinata. Oltre ad alcune politiche ambientali fallimentari, il problema consiste anche nella sua geografia e morfologia: le Ande, per quanto bellissime, circondano la città facendo da barriera, impedendo così all’aria di circolare. Immaginate cosa possono produrre in una giornata 6 milioni di persone tra macchine, bus, riscaldamenti, sigarette, lavori in corso e tutto ciò che nuoce all’ambiente.

I primi giorni a Santiago ho sofferto tantissimo la cappa di smog, fuori faceva un caldo esagerato e questa tremenda nube grigia mi impediva di respirare a pieni polmoni. Quando poi sono tornata prima del volo di ritorno, la nube sembrava essersi attenuata, probabilmente per via del leggero venticello. Sono riuscita persino a vedere le Ande e a godermi il paesaggio urbano dall’alto del Cerro San Cristóbal.

curiosità santiago cile

Sono riuscita a intravedere le Ande, un’incredibile vista su Santiago senza cappa di smog

Città dei record

Una città così grande e così importante non poteva non ospitare dei veri e proprio record da Guiness dei Primati. Partiamo dal primo: sapete che qui si trova il grattacielo più alto di tutta l’America Latina e il secondo più alto dell’Emisfero Australe? Questo vero e proprio gigante di 64 piani si chiama Gran Torre Santiago. Fa parte di un complesso commerciale piuttosto grande, che include negozi, uffici e persino un osservatorio.

Il secondo record, invece, riflette un po’ di spirito patriottico: nel cuore del centro della capitale, infatti, si trova una gigantesca bandiera cilena, regalata al paese dagli Stati Uniti per celebrare il suo 200esimo compleanno. Pensate, la bandiera è alta 27 metri e larga 18, dimensioni piuttosto importanti che certamente non passano inosservate.
Sapete cosa rappresentano i colori cileni? Il bianco simboleggia i picchi innevati delle Ande, il blu rappresenta il cielo e il rosso il sangue versato dalle popolazioni locali per la lotta all’indipendenza.

curiosità cile bandiera cilena

Bandiere cilene al Palacio la Moneda

Orientarsi nei grattacieli

Ho usato una preposizione specifica in questo titolo, “nei”. Ebbene sì, il problema a Santiago non è tanto trovare un numero civico, ma orientarsi al suo interno. La maggior parte dei palazzoni ha un portiere 24/7, che controlla quasi sempre le entrate e uscite degli ospiti, a volte facendo persino firmare un registro. Ho soggiornato in due appartamenti diversi a Santiago del Cile – entrambi trovati con Airbnb – e il portiere era una presenza costante. Ho persino sbirciato negli androni di altri palazzi, giusto perché sono curiosa come una scimmia: il portiere era sempre là, stoico e forse anche un po’ annoiato. Inoltre, spesso, neanche i residenti stessi hanno le chiavi del portone/cancello esterno, ci pensa sempre lui ad aprire. Un’altra curiosità è la disposizione dei piani: il piano terra corrisponde al numero 1, un po’ come nei Paesi Baltici, in Russia e in Ucraina. Curioso, ma decisamente spiazzante se non si è abituati!

santiago cile curiosità grattacieli

I grattacieli di Santiago del Cile

Il prezzo della metropolitana

Ora veniamo alla mia curiosità preferità. La metropolitana di Santiago è davvero comodissima, è facile orientarsi e si può arrivare praticamente ovunque senza infilarsi nel traffico della metropoli cilena. Per accedere ai servizi, bisogna comprare una carta ricaricabile e passarla ai tornelli ogni volta che si entra. Questa modalità la trovo piuttosto geniale e innovativa, l’avevo incontrata anche a Tbilisi rimanendo piacevolmente sorpresa. Trovo sia ecologica – si spreca meno carta – ed economica. Ma veniamo al punto: il problema a Santiago del Cile non è tanto orientarsi nella metro, quanto capire il costo effettivo del biglietto. Ci sono, infatti, 3 fasce di prezzo: la più costosa è ovviamente l’orario di punta – quando la metro è piena come un uovo – mentre la più economica accompagna la metro all’apertura e alla chiusura. Insomma, un vero e proprio rompicapo!

curiosità santiago del cile prezzo metropolitana

Le tre fasce di prezzo

Cani randagi

Questa non è una curiosità propria di Santiago, visto che è una particolarità comune a tutto il Cile (e dei Balcani!), almeno per quello che ho potuto vedere. I cani randagi della capitale sono davvero tantissimi, ma tutti sterilizzati, nutriti e vaccinati. Sono abituati alla presenza umana e spesso vogliono solo un po’ di compagnia, una carezza o un po’ di cibo. In giro per la città ci sono anche alcuni ripari e cuccette chiuse, soprattutto per le fredde notti invernali.

curiosità santiago cile cani randagi

Cucce per cani randagi in un parco

Siete mai stati una città davvero inquinata? Io come sapete sono nata e cresciuta a Roma – quindi piuttosto abituata –  ma qua a Santiago ho sofferto parecchio per la mancanza d’aria, soprattutto i primi giorni.

40 pensieri su “Curiosità su Santiago del Cile

  1. Rivogliolabarbie ha detto:

    Finora direi solo Roma anche se sono convinta che sia niente in confronto a capitali come Santiago. Sono certa che ne soffrirei molto anche io. Anche a Washington la metropolitana va a fasce orarie (e a zone – complicando ulteriormente la situazione): è una politica che non capirò mai, capisco le zone ma gli orari!

    Mi piace

  2. robisceri ha detto:

    Non credo che sia paragonabile l’inquinamento di Santiago con quello di Roma, che secondo me non è nemmeno a livelli alti. Il sistema della metro mi ricorda un po’ quello – comodo – di Lisbona! Comunque a me queste città caotiche ispirano. Sarà che mi ispira tutto il Sud America!

    Mi piace

  3. Alessia ha detto:

    Bellissimo questo post. Con i tuoi racconti sul Cile mi hai fatta proprio innamorare. L’ultima curiosità sui cani randagi é molto bella… Sono randagi ma in qualche modo se ne prendono cura.. C’é da imparare! Ma tu la bandiera enorme l’hai vista?

    Mi piace

  4. Valeria ha detto:

    Come sai sono una grande fabbricatrice e divoratrice di post sulle curiosità, e questo l’ho letto tutto d’un fiato 😀 Molto interessante il significato della bandiera, e sono anche contenta che si prendano cura dei cani!

    Mi piace

  5. Raf ha detto:

    Hai davvero descritto Santiago sotto tanti punti di vista interessanti. Quando ho letto la questione smog ho subito pensato al mio soggiorno a Kathmandu. Un inquinamento da incubo!

    Mi piace

  6. Daniela - The DAZ box ha detto:

    La città più inquinata in cui sono stata credo sia Parigi! Una risposta insolita forse, ma ricordo l’acqua nera che scendeva quando mi lavavo i capelli! Una cosa mai successa, nemmeno a Bangkok, per dire! Davvero curiosa la faccenda della metro e della tariffa ad ore, da turista cercherei ovviamente di evitare le ore di punta!

    Mi piace

  7. Silvia ha detto:

    Beh, per me é gia’ inquinata Barcellona e a volte soffro..vorrei andare a visitarla perche ho famiglia a Santiago, é una meta nella mia lista, mi spaventa un po’ la sua grandezza pero’ ho visto paesaggi bellissimi in val paraiso…

    Mi piace

  8. valekappa90 ha detto:

    Molto interessante scoprire queste particolarità della capitale cilena! Non pensavo che fosse qui il grattacielo più alto dell’America Latina, e apprezzo l’uso di una carta ricaricabile per la metro! Anche se, come hai scritto, che casino orientarsi con le fasce orarie 😀

    Mi piace

  9. Alessia ha detto:

    Se penso allo smog mi viene in mente Tokyo. Tra gas delle auto e cappa di caldo ricordo di aver sofferto molto quell’estate. Interessante Santiago, credo mi piacerebbero molto i suoi contrasti…Vedere il Cile e un po’ tutto il Sud America rientra tra i miei sogni più antichi💟

    Mi piace

    • Giulia ha detto:

      Se tutto va bene e non ci sono imprevisti dell’ultimo minuto, sarò lì tra un mesetto e ti dirò quale città è più inquinata secondo me 😀 ma ok, qua a Santiago era piena estate, a Tokyo a maggio non credo il caldo sarà così soffocante

      Piace a 1 persona

      • Alessia ha detto:

        Uuh che bello Giulia!! Il Giappone è una meraviglia, ti piacerà! Poi a maggio secondo me è un periodo ottimo! Forse riesci pure a beccare la fioritura dei Sakura ..😍

        Mi piace

  10. panannablogdiviaggi ha detto:

    Che storia quella dei prezzi metro per fasce orarie, non l’avevo mai sentita!! Per me già Milano è inquinata rispetto a dove vivo, me ne accorgo dai capelli che mi tocca lavare praticamente ogni giorno quando ci vado in trasferta! Quanti giorni hai dedicato a Santiago?

    Mi piace

  11. Lucy The Wombat ha detto:

    Che carini i cani!! Non sapevo dello smog, anzi a dirla tutta non sapevo niente di niente su Santiago! Certo che il biglietto della metro… ricorda un po’ il mio nonsense australiano, pure qua c’è la ricaricabile e le tariffe sono un rompicapo 😀

    Mi piace

  12. Maria ha detto:

    È stato come leggere un thriller🙄 Hai descritto bene la normalità e la quotidianità di questa capitale che, come tante altre, soffre dei problemi causati dall’alta concentrazione di abitanti. Pensa che a Taranto siamo 200000 ed abbiamo alti livelli di inquinamento.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.