cosa vedere gyor in un giorno

Győr: cosa vedere in un giorno

Győr è una cittadina dell’Ungheria settentrionale perfetta per una gita di un giorno da Budapest. Si visita in poche ore ed è molto graziosa. Inoltre, ci sono un sacco di posti davvero ottimi dove fermarsi a mangiare e bere un caffè. Ecco la mia guida su cosa vedere a Győr in un giorno.

A Győr sono particolarmente legata, è la città natale del mio compagno. Ci sono state diverse volte e la conosco molto bene. In questo post troverete indicazioni su cosa vedere con tante curiosità, aneddoti e leggende. 

Centro storico

Il centro storico di Győr è in puro stile barocco, con decorazioni sfarzose e case colorate. Ci sono molti punti interessanti che si possono tranquillamente visitare in un giorno e a piedi. I miei preferiti sono sicuramente il vecchio Municipio in tutta la sua pomposità, il palazzo vescovile situato su una piccola collina, la chiesa carmelitana e la sua peculiare facciata (sembra quasi un gufetto!) e il monumento dedicato all’Arco dell’Alleanza.

cosa vedere gyor  in un giorno
Non sembra un gufetto?

Piazza Széchenyi e piazza Dunakapu

L’elegante Piazza Széchenyi e la più moderna piazza Dunakapu sono il centro della città, i due fulcri dove ruotano tutte le attività e gli eventi, mercatini di Natale compresi. La prima è una piazza barocca che ospita diversi palazzi e monumenti importanti – come la candida Chiesa Benedettina – mentre la seconda è più moderna e direttamente affacciata sul lungofiume. Qui in inverno si trova anche una pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Gallo di ferro

Questa è una delle leggende più famose legate alla città. Il gallo di ferro, situato su uno dei bastioni del castello, serviva a indicare la direzione del vento. Una volta che i soldati dell’Impero Ottomano presero possesso della fortezza, divennero automaticamente proprietari anche di questa bandieruola. Tra i turchi girava una sorta di profezia: avrebbero perso il loro dominio non appena il gallo si fosse animato e messo a cantare. Gli ungheresi, venuti a sapere di questa surpestizione, organizzarono il controattacco. L’eroe Ferkó Bajusz, un umile ciabattino, approfittò del buio per arrampicarsi sul bastione e imitare il verso del gallo. A quel punto, i turchi si diedero alla fuga.

La realtà è ben diversa, le truppe austriache hanno fatto saltare una parte della fortezza e preso possesso della città cacciando i turchi. Gli abitanti della piccola ma graziosa cittadina, però, preferiscono credere nella profezia del gallo e nel coraggio di Ferkó Bajusz. 

cosa vedere gyor in un giorno
Una rappresentazione del gallo di ferro

Isola

Come Budapest e la sua Isola Margherita, anche Győr ha il suo lembo di terra bagnato dal fiume. In realtà, l’isola è più una penisola bagnata dai due corsi d’acqua Rába e Rábca che confluiscono a loro volta nel Danubio. Una volta centro industriale, questa zona è oggi un’area residenziale. Alla confluenza dei due fiumi c’è una statua curiosa raffigurante una donna a cavallo di un ippocampo. Bizzarra, ma molto particolare.

cosa vedere a gyor
L’ippocampo

Fontana Sifone

Una delle fontane più simpatiche che abbia mai visto. Gli ungheresi amano l’acqua frizzante e la soda, ne bevono in quantità industriali e persino aromatizzata. Non a caso, chi introdusse la gassatissima soda fu proprio il prete benedettino Ányos Jedlik. A Győr hanno deciso di celebrare questa geniale invenzione con una fontana, creata dall’artista László Hefter. Peccato solo che l’acqua che sgorga non sia piena di bollicine! Attenzione, la fontana d’inverno è coperta da un telo e non visibile.

gyor cosa vedere fontana soda
La mitica fontana

Le rovine del castello

Il passato della cittadina, come già raccontato sopra, è un po’ burrascoso. Dopo la prima disastrosa battaglia di Mohács nel XVI secolo, l’impero ottomano occupò gran parte del territorio. A Győr, pur di sfuggire ai soldati turchi, i comandanti dell’esercito decisero di bruciare completamente la città, lasciando un castello in rovina ai turchi – e il gallo di ferro, come già raccontato sopra! Dopo la cacciata dei turchi, si decise di ricostruire pian piano la città fortificandola. Le mura furono progettate da architetti e costruttori italiani secondo lo stile rinascimentale. Oggi si possono ammirare le rovine delle mura, ormai incorporate alla città.

gyor cosa vedere in un giorno
Le rovine della fortezza

Foresta del Vescovo

A circa 20 minuti a piedi dal centro, la Foresta del Vescovo (Püspökerdő, in ungherese) è un piccolo ma fitto boschetto dove ci si può rifiugiare quando si è stanchi della vita cittadina. All’interno, c’è un percorso a piedi facile e adatto a tutte le età di circa 9km, con alcune spiegazioni su flora e fauna locale.

cosa vedere gyor foresta
La foresta in inverno

Abbazia di Pannonhalma

Pannonhalma è talmente bella che le ho dedicato un post separato. La seconda abbazia più grande al mondo (la prima è Montecassino) sorge sul colle di San Martino e ha una vista spaziale su Győr e sulle colline circostanti. Si può visitare sia in estate sia in inverno – coperta di neve è davvero splendida – ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Le terme

Ebbene sì, le terme non sono solo una prerogativa di Budapest. In questa cittadina, c’è un complesso termale piuttosto grande. Acqua calda, sauna, scivoli, vasche idromassaggio: ce n’è per tutti i gusti. 

Dove mangiare a Győr

Il mio ristorante preferito in città il John Bull’s Pub. Nonostante l’aspetto da tipico pub inglese, il cibo servito qui è davvero buono e hanno un’ottima selezione di birre e vini.

dove mangiare gyor john bull pub
I miei immancabili bicchieri di vino al John Bull’s Pub

Dove bere un (buon) caffè a Győr

Proprio a Győr c’è una delle mie caffetterie preferite, gestita da un signore davvero gentilissimo: Kapucziner. Il proprietario ama il caffè con tutto il suo cuore e spesso viaggia per il mondo alla scoperta di nuovi tipi. Oltre alle diverse varietà, nel suo minuscolo negozio si trovano macchine del caffè particolari, dolci internazionali e diversi tipi di tè e cioccolato.

dove bere caffè gyor kapucziner
Ma quanto è “instagrammabile” Kapucziner?

Un altro posto dove bere sempre un ottimo espresso o un americano è Cafe Frei, una catena molto famosa in Ungheria di proprietà dello scrittore Tamas Frei.

Come arrivare a Győr

Il modo più facile e veloce è via treno. La linea ferroviaria Budapest-Győr è la più veloce nel paese, ci si impiega circa 1h20. I treni partono dalla stazione Keleti. Il biglietto costa circa 10€ a tratta.

Curiosità: sapete che Győr è gemellata con la cittadina tedesca di Erfurt? Ne avevo già parlato in un post dedicato.

12 pensieri su “Győr: cosa vedere in un giorno

  1. viaggiodolceviaggio ha detto:

    Com’è carina questa cittadina, mi pare trasmettere un senso di tranquillità! Quante esperienze e quante cose nuove hai conosciuto e continui a conoscere, Giulia, con questa tua avventura all’estero!

    Mi piace

  2. camilla corradini ha detto:

    Grazie del suggerimento, io vorrei tanto tornare a Budapest perché mi era piaciuta tantissimo, potrebbe esser l’occasione anche per vedere altro come questa cittadina. Sai che non sapevo la passione degli ungheresi per la soda, la fontana però è simpaticissima.

    Mi piace

  3. Alessia ha detto:

    Graziosa questa cittadina, ha un aspetto sereno, mi piace moltissimo! Originale la fontana e troppo carina la leggenda del gallo. Mi piacerebbe prendermi un caffè da Kapucziner😊

    Mi piace

  4. Stefania ha detto:

    io adoro l’Ungheria, qualche tempo fa ci sono stata un mesetto, ma non sono andata in questo paesino. mi sono dedicata più al sud e all’est del paese, trascurando il nord. insomma, dovrò per forza tornarci! 🙂

    Mi piace

  5. Giovy Malfiori ha detto:

    Credo che l’Ungheria abbia davvero molto da dire, anche fuori Budapest. Io adoro quel paese e, al contrario di molti, cerco di visitarla sempre in inverno. Mi piace quell’inverno pungente!

    Mi piace

  6. monicabruni ha detto:

    Ma che bel posto! Sembra una cittadina molto tranquilla dove rilassarsi per un giorno, passeggiando per le sue stradine e bevendosi un buon caffè!

    Mi piace

  7. Julia ha detto:

    Sai che ci siamo fermati qui quando da Bratislava abbiamo raggiunto Budapest? Ciò che più mi aveva colpito erano state tutte le magnifiche insegne dei negozi e le vetrine di abiti un po’ retro’.. l’avevamo trovata molto carina anche se la nostra era stata una breve sosta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.